Pubblicazioni
Home > Pubblicazioni > “TINKERING” as Learning Reinforcement towards Multidisciplinarity in Research-oriented Education

“TINKERING” as Learning Reinforcement towards Multidisciplinarity in Research-oriented Education

Convegno : 9th International Conference on Education and New Learning Technologies , pagine: 9855-9859 - EDULEARN17 Proceedings

Pubblicato: 13/07/2017

Il radicale sviluppo tecnologico, che oggi affrontiamo, ha portato alla diffusione delle piattaforme a basso costo che sono molto pratiche e facilmente utilizzabili. Di conseguenza, la continua disponibilità di questi strumenti, ha contribuito alla riformulazione del termine “ tinkering”. Infatti, osservando alcuni video riferiti alla parola “tinkering” o “ arduino –progetti base” pubblicati su Youtube, ci dimostrano che si sta sviluppando una certa subcultura: es. la varietà delle applicazioni gratuite legate al settore ingegneristico, che per esempio possono trasformare uno Smartphone in un oscilloscopio o in un generatore di segnali,  ci consentono di sfruttare al massimo il loro potenziale per promuovere una formazione basata sulla “ricerca”.
La combinazione tra l’approccio “Tinkering” e la tecnologia costituiscono un ambiente estremamente flessibile, universale e potenzialmente fruttuoso per mantenere aggiornato il curriculum relativo alle STEM e favorire una continua innovazione nella didattica attraverso un’integrazione costante con le emergenti tecnologie.
Pertanto, si sostiene che il metodo “ tinker “ possa permettere un facile orientamento all’interno dello sviluppo moderno e offrire tecniche e mezzi didattici importanti sia per gli educatori che per gli studenti. Indubbiamente però, la specificità dell’istruzione scientifica orientata alla ricerca implica obbligatoriamente un curriculum di base da seguire. Quest’ultimo è assolutamente fondamentale per la formazione di una solida mentalità professionale in ciascuna disciplina.
Rendere attiva la conoscenza teorica, orientata ai problemi e all’applicazione nei diversi contesti multidisciplinari, non è naturalmente un compito facile. In questo contesto, si mostrano le potenzialità dell’approccio Tinkering come strumento ausiliario nella didattica attraverso alcuni progetti già sviluppati mettendo in evidenza il potenziale multidisciplinare, tuttora ancora sottovalutato.

Parole chiave: Educazione STEM, Tinkering, piattaforme aperte, App.
Articolo completo Visualizza il documento Visualizza il documento allegato
Stampa