Progetti
Home > Progetti > BoostClass 2.0

BoostClass 2.0

Boosting Classes 2.0 for high-quality teaching in adult education

From 01/10/2020 to 30/09/2022
BoostClass 2.0
Secondo i dati europei del 2018 solo il 20-25% degli studenti nelle scuole dell'UE riceve insegnamenti da professori che possiedono competenze nell'uso della tecnologia; il 43% non dispone delle competenze digitali di base; mentre 71 milioni di studenti, che frequentano le scuole in Europa, devono ancora sviluppare le proprie competenze per una società digitale.
L'obiettivo delle iniziative dell'UE sono rivolte sia agli studenti che agli insegnanti per promuovere l'apprendimento permanente, che sebbene sia uno dei settori chiave del piano d'azione per l'istruzione digitale, l'Europa rimane ancora indietro. Questo piano d'azione (Commissione UE, 2018), che mira a supportare l'uso della tecnologia e le competenze digitali nell'istruzione, è il punto focale dell'e-learning.
Alla luce dell'emergenza "COVID-19", molti insegnanti "tradizionali" hanno scoperto e iniziato ad utilizzare l'apprendimento a distanza.
Tuttavia, i paesi dell'UE mostrano una situazione diversa nello sviluppo di questo sistema nell'ambito dell'eduazione degli adulti.
Infatti, sulla base del rapporto di Eurydice (2015), la percentuale di adulti (di 25-64 anni) che ha partecipato all'apprendimento a distanza (formale o informale), su una media europea del 2,2%, è stata di 1,5% (-0, 7) in Bulgaria, 4,9% (+2,7) in Spagna, 1,5% (-0,7) in Italia e 0,7% (-1,5) in Romania (Dati Eurostat).
In Spagna, il tasso di partecipazione, relativamente alto, sembra riflettere gli sforzi compiuti dal Ministero dell'Istruzione, della Cultura e dello Sport (MECD) che ha sponsorizzato diversi programmi di apprendimento a distanza.
Mentre i dati registrati in Bulgaria, in Italia e in Romania sono negativi, anche se sono stati attivati diversi programmi su larga scala che promuovono la formazione e-learning per l'educazione degli adulti.
Inoltre, né gli insegnanti né gli studenti sono preparati e attrezzati per implementare efficacemente un processo di insegnamento e di apprendimento che coinvolga gli adulti, che sono, nella maggior parte dei casi, immigrati.
 
Pertanto, il progetto mira a:
  • Definire un quadro comune per un approccio all'insegnamento e all'apprendimento che possa promuovere e attuare efficacemente l'integrazione delle nuove tecnologie nell'educazione degli adulti: incoraggiando l'uso di concetti moderni nell'istruzione e un ambiente di lavoro sano e di squadra, creando programmi di sviluppo che coinvolgano gli adulti, consentendo loro di aggiornarsi in modo permanente.
  • Rafforzare il sistema di valutazione nell'apprendimento a distanza attraverso gli strumenti e le tecniche pedagogiche che possono migliorare la flessibilità dell'insegnamento e dell'apprendimento.
  • Progettare risorse didattiche finalizzate a definire le competenze tecniche per l'utilizzo didattico attraverso i principali dispositivi, sfruttando i principi del "BYOD" ("Bring Your Device"); le capacità metodologiche per gli approcci didattici; per un'efficace integrazione delle App nell'attività didattica; le capacità di gestione, produzione e distribuzione di contenuti digitali.
  • Utilizzare l'attrattiva della tecnologia per migliorare l'inclusione sociale focalizzata, principalmente, sul miglioramento delle abilità linguistiche e sull'uso responsabile della tecnologia in termini di sicurezza e regole etiche.
  • Migliorare il senso di collaborazione tra insegnanti e scuole attraverso lo scambio di esperienze, buone pratiche per migliorare l'uso della tecnologia nella scuola per adulti.
Gruppo target: insegnanti / educatori di scuole per adulti e studenti.

Partnership:
CPIA10 di Formia (Italia)
​Centre for Education and Innovations - CERI (Bulgaria)
Profesionalna Gimnazia Po Mehanoelektrtehnika I Elektronika (Bulgaria)
​EU-Track (Italia)
Liceul Tehnologic “GEORGE BIBESCU” Craiova (Romania)
CEPA Casa De La Cultura (Spagna)
Stampa